Condividi:

23

Ad avvicinarmi alla Tecnica Metamorfica potrei dire sia stato ‘il caso’ o la curiosità.
Ma non credo nel caso e penso che la mia curiosità sia da sempre stata dettata da un forte bisogno di ritrovare me stessa e la mia strada.
Mi sono trovata in una sala d’attesa di un medico omeopata e sono stata attratta da un volantino che parlava della T.M. e dei suoi principi.
Ho conosciuto così Cristiana e ho trovato non solo la Tecnica Metamorfica ma un nuova realtà che cercavo probabilmente da tanto tempo e da tanto tempo mi aspettava.
E’ stato veramente dare un nuovo senso alla mia vita, un accogliere la mia anima di cui prima non ne avevo consapevolezza, è stato come ascoltare e vedere per la prima volta la magia della vita.
E’ difficile spiegare come mi sentivo.So soltanto che piano piano una piccola luce iniziava ad accendersi in me, una luce che mi ha permesso di superare le paure e a colmare il vuoto o malessere che sentivo, a volte, veramente pesante.
La prima volta che ho ricevuto la sessione ricordo che non avevo aspettative particolari, né paura, probabilmente ero pronta e circa a metà sessione ho sentito come una strana apertura a livello del plesso solare, una bellissima sensazione come se mi fossi risvegliata da una sorta di torpore. In seguito non ho più avvertito quel tipo di apertura ma mi è capitato spesso di avere sonno o semplicemente di sentirmi più rilassata per molti giorni a seguire. Continuo a ricevere la Tecnica Metamorfica e credo fermamente nelle ‘sue-mie’ potenzialità.
Chiara

______________________________________________________________

La Tecnica Metamorfica conduce dolcemente, come un battito d’ali, nella parte più intima dell’essere. E’profondamente piacevole lasciarmi trasportare là dove con la mente non riesco ad arrivare e una volta giunta lì, posso coccolarmi con le sensazioni e le emozioni che giungono, sollecitata dal tocco leggero del praticante. La Tecnica porta ad uno stato profondo di rilassamento, come una meditazione e i benefici di tale stato si riflettono sul mio umore e sul fisico anche per giorni, portandomi a volte ad autoguarirmi e altre a trovare risposte a quesiti non risolti. Il non coinvolgimento emotivo del praticante mi consente di agire in piena autonomia, indipendenza e libertà, di poter essere quello che in quel momento è più giusto per la mia evoluzione ed il mio cammino, provando alcune volte delle forti emozioni oppure restando semplicemente a vivere il momento con consapevolezza, come un osservatore attento e vigile.
Adriana

_____________________________________________________________

Le sessioni di Tecnica Metamorfica rappresentano sempre un momento di ritrovamento di sè. Domenica durante la sessione è come se tutte le barriere costruite ed indossate pian pianino cominciassero a sgretolarsi e senza accorgermene il respiro si è fatto calmo e profondo, la pesantezza è tramutata in leggerezza.
Il corpo era in perfetta sintonia con il sentire profondo. Tutto fluiva armoniosamente e delicatamente, come se stessi vivendo una forma di estasi dove tutto scorreva liberamente.
Questi momenti sono importanti perchè ci ricordano chi siamo già, se solo ci abbandonassimo al flusso della vita.
NC

____________________________________________________________

Le sessioni di Tecnica Metamorfica sono per me un momento estremamente particolare, di rilassamento, abbandono, di tornar dentro il proprio spazio infinito, di crescita con se stessi e con gli altri.

A volte in alcune fasi della vita si è costretti a vivere la vita di altre persone, secondo i loro modi di pensare ed i loro schemi che spesso non ci appartengono oppure condizionati da noi stessi o eventi o circostanze avvertendo forti difficoltà di adattamento, senso di isolamento, solitudine e forse prigionia interiore dove la nostra essenza non può manifestarsi, comunicare e farsi sentire. La Tecnica Metamorfica mi ha permesso di avere uno spazio privo di direzione, condizioni e giudizi all’interno del quale la mia Forza Vitale ha potuto manifestarsi permettendomi di vivere nel massimo rispetto di me stessa, di ciò che sono e di ciò che sento.

La Tecnica Metamorfica, per me, è uno spazio attraverso il quale si manifesta la potenza germinatrice dell’individuo permettendogli di partorire se stesso. Adoro la tecnica il suo andare al di la della porta del tempo e dello spazio dove tutto fluisce nell’amore e l’amore fluisce nel tutto.
NP

Vuoi rimanere aggiornato sulle nostre ultime news?


 

Iscrivendoti al servizio acconsenti al trattamento dei dati secondo l’informativa UE 2016/679 (Leggi di più)


Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.