Condividi:

fullpotential

 

Come esseri umani non siamo isolati in una identità psico-fisica, ma siamo parte di una serie di ulteriori sistemi via via più ampi e complessi, quali la famiglia, la nazione, il continente, lo spazio e il tempo in cui si muove la nostra vita. Se osserviamo l’albero genealogico come un sistema, possiamo avere una dimostrazione scientifica del fatto che non solo i geni si trasmettono da una generazione all’altra, ma anche qualunque altro tipo di informazione. Tutte queste informazioni passano ad un livello non verbale, da una generazione all’altra, anche tra i membri che non si sono mai conosciuti, che hanno vissuto in epoche differenti e che addirittura non sanno della reciproca esistenza.

Dal momento del concepimento la prima cellula creata dall’unione dell’ovulo e dello spermatozoo contiene lo schema genetico completo per la nuova vita, non solo, ma da quel preciso momento in termini di coscienza, precipitano nella materia un insieme di influenze e caratteristiche che formano il nuovo essere.
Lavorando con la Tecnica Metamorfica, liberando la forza vitale della persona, può innescarsi un processo di trasformazione che scioglie e libera quelle influenze e caratteristiche che si sono formate nel periodo di gestazione o che abbiamo ereditato dalle generazioni precedenti.

Nell’ Alchimia, il processo di trasformazione, si basa sulla pratica del Solve et Coagula, vale a dire sciogli e riunisci. Sciogliere il Piombo per trasformarlo in Oro non vuol dire creare l’oro materiale, ma disgregare la corazza che gli Ego formano attorno al Nucleo d’Oro, dove gli opposti abitano in forma congiunta, per accedere al nostro vero Sé (Albanese 2013).

Questo processo consiste nell’arte della trasmutazione dell’energia, della trasformazione del Sé, una trasformazione interiore che sincronicamente si verifica nell’intimo di ciascuno di noi. La trasmutazione esteriore procede di pari passo a quella interiore, attraverso un processo di profonda conoscenza, presa di coscienza e consapevolezza. Ma solo conoscendo perfettamente le forze che entrano in gioco nella regolazione del mondo materiale, possiamo come l’alchimista arrivare a riconoscere ed estrarre dalla materia pura (l’Oro) le impurità che così tanto la affliggono e che la rendono Piombo.

Il processo di trasformazione alchemico, sciogli e riunisci, inizia con la distruzione, lo scioglimento della forma della materia, per liberarla da tutte le impurità, fino a ridurla alla materia prima che l’aveva generata, ed essere poi ricostruita in altra forma (Albanese, 2013).

Nella fase della distruzione, della disgregazione la materia grezza è posta dall’alchimista in un crogiolo, e fatta cuocere lentamente nel forno alchemico. Contemporaneamente, il Solve agisce anche a livello interiore, dove la liberazione dalle impurità equivale all’individuazione, e alla conseguente distruzione dei nostri piccoli ‘io’ e allo scioglimento di quegli schemi che non ci appartengono.

Il fuoco che deve ardere nel forno alchemico altro non è che LA NOSTRA VOLONTA’ DI CAMBIARE E L’AMORE PER IL NOSTRO SE’.

Cristiana Naldi

Riporto la descrizione di un aspetto planetario importante di questi giorni scritto dalla carissima amica Laura Bottagisio www.laurabottagisio.com/it

“ In questo particolare periodo, il Cancro attira e accentra su di sé gran parte delle forze planetarie che vanno a stimolare la parte cancerina presente in ognuno di noi, si attiva quindi il desiderio di affrancarsi da vecchi moduli comportamentali che hanno compresso la nostra esuberanza creativa, è come se dovessimo ‘svuotare’ e ripulire l’archivio da quelle memorie dolorose per fare spazio a nuove entusiasmanti esperienze che esprimono la nostra gioia di vivere. Accogliere, ma solo ciò che è vitale!
Nel cerchio zodiacale, ruota del tempo della vita terrena, è Cancro il segno che meglio onora e interpreta il mistero della vita. E’ definito ‘la porta degli uomini’ quale soglia che l’essenza animica deve varcare per poter entrare nel mondo della forma, il suo significato fondamentale è quindi farsi contenitore di ogni processo atto a creare una nuova vita. L’utero gravido, crogiolo alchemico, è il simbolo fondamentale da cui derivano tutti gli altri: acqua primordiale, notte, sogno, accoglienza, femminile, passato, memorie cellulari, eredità genetiche, mondo emotivo, linfa, sistema linfatico, nutrimento, stomaco, e altri ancora, tutti riconducibili al suo significato primario. Nei nove mesi di gravidanza, l’anima legata allo spazio sidereo assume una fisicità e attraverso l’acqua della madre riceve quei ‘programmi’ genetici che si fissano nel nuovo corpo in formazione, determinando così le linee-guida caratteriali che si rendono attive al momento della nascita come condizionamenti e automatismi. Riconoscerli e trasformarli è lo scopo della nostra esistenza, attraverso questo processo liberiamo i nostri veri talenti.”

Buona Tecnica Metamorfica

Cristiana Naldi
Membro della Metamorphic Association

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle nostre ultime news?


 

Iscrivendoti al servizio acconsenti al trattamento dei dati secondo l’informativa UE 2016/679 (Leggi di più)


Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.