Condividi:

Molte volte il potere della guarigione non è nelle mani del terapeuta ma risiede nella capacità dell’individuo di permettere alla propria energia di fluire liberamente.

La vita ci insegna, come durante le sessioni di Tecnica Metamorfica, che è importante la presenza, una presenza delicata, rispettosa, ma soprattutto distaccata. Un distacco che non significa “non esserci” ma esserci senza interferenze e condizioni, permettendo alla persona di vivere e sperimentare sé stessa. La persona deciderà se e quando imboccare la propria via. Giusta? Sbagliata? Non è nostro compito giudicare.

Come diceva C.G.Jung “La mia via non è la vostra via, dunque non posso insegnarvi nulla…in noi è la via, la verità e la vita…esiste solo una via ed è la vostra via….ciascuno percorrerà la sua via.”

Presenza distaccata è mettere a disposizione della persona un ambiente neutro, SEMPRE, che si tratti di una sessione o meno, all’interno del quale l’energia della persona stessa abbia la possibilità di fluire liberamente, vivendo sé stessa.

Non dobbiamo donare alcunché, nel donare ci priviamo di una parte di noi che non necessariamente serve all’altro, anzi sicuramente non serve, non siamo i salvatori, non imponiamo condizioni, non diamo consigli. Non è nostro compito migliorare o rendere le cose facili, ciascuno sperimenterà ciò che è necessario e questo necessario è quello che permetterà e ci permetterà, se vogliamo, di aprire gli occhi e cogliere il valore simbolico dell’esperienza, non come sconfitta ma con la dignità di un individuo consapevole.

Cristiana Naldi
Membro Praticante della Metamorphic Association
Membro Praticante dell’Associazione Italiana Tecnica Metamorfica

Vuoi rimanere aggiornato sulle nostre ultime news?


 

Iscrivendoti al servizio acconsenti al trattamento dei dati secondo l’informativa UE 2016/679 (Leggi di più)


Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.