Condividi:

micro

Con la Tecnica Metamorfica allentiamo una struttura temporale. Tutte le caratteristiche con cui lavoriamo sono blocchi nel tempo; mettendo a fuoco il momento in cui si sono formati, essi possono venir dissolti insieme a quant’altro si sia accumulato nel frattempo.
Lo scioglimento di questi blocchi è compiuto dalla forza vitale della persona. La vita non è limitata da spazio, tempo o materia, quindi il processo si può svolgere “fuori dal tempo”, e questa è la caratteristica che rende così unica la pratica della Tecnica Metamorfica. G.S.Pierre

Utilizzando la Tecnica Metamorfica possiamo sciogliere, non solo i blocchi formatisi dal concepimento al parto e sucessivamente nel corso della vita, ma anche ciò che ereditiamo dalle influenze materiali e immateriali che precipitano nel momento del concepimento e che formano il nostro essere.

Importante la correlazione tra Tecnica Metamorfica e lo studio dei Micro-RNA.

Un recente studio dimostra che i MICRO-RNA ricordano i traumi subiti per generazioni:
E’ accertato scientificamente che alcune esperienze psicologiche ed affettive traumatiche possono essere trasferite alle generazioni successive.

Coordinati da Isabelle Mansuy, i ricercatori del Brain Research Institute di Zurigo hanno rilevato, per ora sui topi, che molecole dei cosiddetti microRNA erano in grado di trasferire la memoria di situazioni traumatiche e stressanti dai genitori alla discendenza.

I microRNA sono piccole molecole endogene di RNA a singolo filamento capaci di alterarsi sotto stress e in grado di trasmettere l’informazione alla progenie.

In parole povere, una violenza, un evento conflittuale patito non genera solo conseguenze nell’individuo, ma riverbera lungo il suo albero genealogico.

Penso ai traumi post bellici, ad uno stupro, ad un abbandono, ma soprattutto a quanto il karma venga sollecitato non solo nel presente, ma nel futuro generazionale.

“Siamo stati in grado di dimostrare per la prima volta – riassume Mansuy – che le esperienze traumatiche influenzano il metabolismo a lungo termine, che i cambiamenti indotti sono ereditari” e che gli effetti del trauma ereditato sul metabolismo e i comportamenti psicologici persistono fino alla terza generazione”.

Questa scoperta importantissima estende il campo della psicoterapia non solo ai conflitti autobiografici attuali, ma anche ad antiche ferite genetiche derivanti da un passato ancestrale.

Se sussistono microRNA alterati dai conflitti patiti, deve esserci anche il modo di risanare geneticamente questi nuclei di dolore latenti.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/
Cristiana Naldi – Membro Praticante della Metamorphic Association

Vuoi rimanere aggiornato sulle nostre ultime news?


 

Iscrivendoti al servizio acconsenti al trattamento dei dati secondo l’informativa UE 2016/679 (Leggi di più)


Condividi:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.