Tecniche di ascolto corporeo

ilmomentopresentelafelicitanonsitrovanegliannineimesinellesettimaneeneppureneigiorni

Mediante l’utilizzo di tecniche di ascolto corporeo, esercizi fisici e respirazione si conduce la persona a percepire e sentire se stessa semplicemente attraverso la presenza e l’ascolto fisico ed emozionale del proprio corpo.

Attraverso la bioenergetica, la pratica dell’esserci nella PRESENZA  (una  forma di osservazione/attenzione senza giudizio di ciò che accade, di stare negli eventi così come si palesano, di accettazione di ciò che c’è, senza fare, stando fermi in noi stessi, attenti e presenti) e la respirazione, possiamo collaborare  consapevolmente con ciò che  siamo alla fonte.

Solo nell’armonia tra corpo, mente ed emozioni possiamo raggiungere un senso di integrità, pace e completezza.

Vivere è vivere nel presente ed essere nel corpo. Diventiamo coscienti della nostra fisicità, dei nostri movimenti, della nostra respirazione e della nostra carica emotiva.
Gli eventi li decide la vita, noi possiamo decidere se reagire ad essi con rancore, resistendo, rifiutandoli o negandoli o se rispondere con PRESENZA, senza  farci afferrare o indentificare con essi.

La nostra storia è scritta nel corpo, ce la portiamo dentro, è nella memoria delle nostre cellule. Possiamo dissolverla direttamente, entrando in noi stessi e vivendo il dolore di quel bagaglio di sofferenza accumulata negli anni, quell’ombra costituita da avvenimenti non digeriti. Entrare nella sofferenza e viverla è il mezzo più diretto per liberarsene. Il corpo è il mezzo per farlo. Cominceremo così a conoscere chi siamo veramente, al di là della storia che abbiamo, al di là dell’idea che abbiamo di noi stessi.

“Impariamo la pratica del vivere la vita essendo, invece che viverla facendo per cercare di essere“. M. Borruso

Cristiana Naldi